Pirati ebrei

PiratiFoto da fonti aperte

Se pensi che “pirati ebrei” sia uno scherzo “Cosacchi ebrei”, allora ti sbagli profondamente. Pirateria ebraica nella sua forma classica: con una bandiera nera sull’albero e la presa delle navi l’imbarco esiste dai tempi antichi.

Pirati ebraici

Per molto tempo, gli ebrei erano esclusivamente persone di terra. Lago Salato 67h18km. chiamarono riverentemente il mare, sebbene morto. In 142g. BC gli ebrei conquistarono i tre porti di Joppa (Yafo), Ashdod e Gaza e l’antica Giudea divennero una “potenza marina”. tra Gli ebrei apparvero marinai professionisti, commercianti e, naturalmente, pirati.

Nei tempi antichi, non c’è praticamente alcuna differenza tra un pirata e un mercante lì. Avendo incontrato una nave mercantile in mare, il mercante si chiese negoziare uno scambio di merci con un collega o è più facile rapinare? Tutti i commercianti in combinazione erano anche ladri: Fenici, arabi e novgorod: questi erano ancora quelli ladri di autostrade.

Nel I secolo d.C., la pirateria tra ebrei era così diffuso che il sovrano della Giudea Antigonus II apertamente accusato che le “brigate speciali” marittime ebraiche lavorano sotto la sua patrocinio diretto.

Lo affermò l’antico storico Giuseppe Flavio (37-100 d.C.) uno dei motivi per cui l’attacco di Pompeo contro la Giudea fu quello di forzare “la pace” I mercanti ebrei “si impegnano nel commercio, non nella rapina. Joppa (Jaffa) fu distrutta da Pompeo, ma gli ebrei ricostruirono la città e l’imperatore romano dovette più di una volta prendere d’assalto Joppa e bruciare la flotta di rapinatori ebrei sulle strade marittime tra Egitto, Siria e Fenicia sono diventati, almeno, un po ‘più sicuri.

In 67g. BC Vespasiano (futuro imperatore romano) a finalmente fine questo nido di pirateria, preso d’assalto la città, distrutto e al suo posto mise una fortezza con un forte presidio porre fine alla pirateria ebraica nel Mediterraneo una volta e poi per sempre.

esuli

1492 storici segnati non solo come l’anno della scoperta di Colombo America, ma anche l’adozione da parte del re spagnolo del cosiddetto Editto di Granada. Secondo lui, tutti gli ebrei che vivono in Spagna avrebbero dovuto tre mesi o andare al cattolicesimo o andarsene regno. Giudaisti che hanno rischiato di rimanere persi protezione della legge – potrebbero essere derubati e uccisi impunemente.

La fuga forzata è diventata un disastro nazionale per gli spagnoli Ebrei. Non solo furono espulsi, ma contemporaneamente derubati: la maggior parte Dovevi vendere la tua proprietà acquisita per una canzone o semplicemente gettare sul posto.

Coloro che furono battezzati, presto si resero conto di non aver vinto nulla. L’Inquisizione osservò i “nuovi cristiani” sospettandoli finzione. Prove di Marranes (così chiamate in Spagna) ebrei battezzati) erano all’ordine del giorno. La frase era esecuzione o esilio e sempre con la confisca dei beni.

Il Portogallo divenne il primo rifugio degli esiliati, ma presto il loro chiesto da lì. La tappa successiva fu l’impero ottomano. Esiliato, derubato, arso dall’odio per la Spagna e il Portogallo I marinai ebrei offrirono i loro servizi per terrorizzare Gli europei ai pirati berberi (musulmani), e furono accettati.

Sotto la bandiera verde dell’Islam

Nella flotta musulmana rapinatore, apparvero navi su cui Sono state osservate osservanze religiose ebraiche, sabato è stato dichiarato giorno non lavorativo (Shabbat!). Le navi dei pirati ebrei si rannicchiarono grandi squadre guidate dai capitani di maggior successo. Sotto la guida di Sinan Rais espulso dalla Spagna (aka Isaac bin Sinan) 6.000 pirati ebrei hanno nuotato e combattuto. Sull’albero di punta una bandiera che sventola con una stella esagonale.

Foto da open source Sinan Pasha catturato Tunisia, Tripoli, Libia, nel Nel 1538, la flotta spagnola inviata contro di lui sconfitta. Nel 1552 Il sultano turco nominò pirata Isacco ammiraglio e comandante Flotta turca.

Nei Caraibi

Coloro che erano attratti da terre lontane si precipitarono all’estero solo per Apri nuovo mondo. C’erano molte persone così. Prima dell’inizio XVIII secolo nella capitale del pirata Giamaica Kingston più di un quarto la popolazione era composta da ebrei spagnoli e portoghesi. Il Parlamento giamaicano non si è nemmeno riunito il sabato a causa di la costante mancanza di quorum in questo giorno.

I coloni ebrei non evitavano nulla di simile la pirateria. Finanziarono spedizioni, fungevano da intermediari durante i negoziati sul riscatto degli ostaggi, hanno agito come informatori i pirati, in breve, fecero la stessa cosa della schiacciante popolazione isole dei pirati. Ma c’erano tra gli ebrei caraibici e semplici grandi operai che arano sulle rotte marittime.

Foto da open source Nei Caraibi, le navi mercantili hanno inseguito viene spedito con i nomi “parlanti” “Scudo di Abramo”, “Profeta Samuele”, “Gerusalemme”, “Regina Ester”, ecc. Nei cimiteri ebraici della Giamaica, Barbados, Curacao ci sono molte tombe decorate ad eccezione dell’esagonale Le stelle di David hanno anche un teschio con ossa che spiegano il noioso, cosa guadagnava questo figlio di Abramo per vivere.

Signori della fortuna in Yermolks

Moses Cohen Henriques è stato “l’autore” del più grande della storia colonie di un’impresa pirata. Nel 1628 era in compagnia di Il corsaro olandese Pete Hain su una flottiglia di 25 navi attaccò la carovana d’argento spagnola. La produzione è stata di 92 tonnellate argento per 11.509.524 fiorini.

Nuotando sotto la guida di Morgan, salì alla carica di consigliere famoso pirata e poi riunito la sua squadra da compatrioti. Aveva quattro fregate attrezzate esclusivamente da ebrei e sei di altri religiosi concessioni. Una delle isole al largo della costa del Brasile, Henriques ha scelto come base in cui i marinai ebrei esercitavano la loro religione.

Henriques non era l’unico ebreo che terrorizzava in mare gli spagnoli. In Giamaica e Tortug leggende sui capitani David Abarbanele e Moses Voklane. Antipatia speciale per i pirati ebrei caraibici hanno sperimentato gli spagnoli, e molti avevano ragioni per questo.

Così Joakov Curiel fino al 1492 fu un successo navale ufficiale della Marina spagnola, e dopo il 1492 divenne rifugiato e emarginato. su esportò denaro comprò una nave e iniziò a vendicarsi. Presto già tre la nave sotto il suo comando guidò gli spagnoli in tutti i Caraibi al mare. Dire che gli spagnoli lo odiavano non vuol dire nulla.

Shmuel Falaji, rabbino e figlio di un rabbino. Essendo fuggito dalla Spagna e diventando un pirata, rimase un rispettato rabbino e ambasciatore del Marocco in Olanda. (Come tutto questo combinato in esso – chiedi cosa più facile)

Tempesta del Golfo del Messico

L’ultimo grande pirata ebraico è Jean Lafite, il cui nonno bruciò in Spagna sul rogo dell’Inquisizione per suo impegno per l’ebraismo. All’inizio del XIX secolo i lafiti guidavano la flottiglia di 10 navi che navigano letteralmente terrorizzate Golfo del Messico. Durante la guerra anglo-americana del 1812-1815 Le autorità di New Orleans hanno invitato il pirata Jean Lafite con la sua flotta e esercito per difendere la città, promettendo di perdonarlo per questo ex peccati.

Lafite ha accettato l’offerta, il suo popolo e le sue pistole hanno avuto un ruolo di primo piano nella battaglia per New Orleans. Gli americani hanno mantenuto la promessa cancellando “Errori della giovinezza” di Lafetu, tuttavia la natura violenta ha preso il suo pedaggio. Stabilitosi su un’isola vicino allo Yucatan Lafet e lasciando 2 navi da tutta flottiglia, ha continuato a concedersi una rapina fino in fondo morte in una battaglia di imbarco nel 1826.

Le persone sono un tuttofare

Nella nostra mente, gli ebrei sono rappresentati come un popolo, per lo meno incline alla militanza sul campo di battaglia. Comune agli ebrei sono considerate le professioni di commercio, finanza, scienza, arte. Ma come mostra la storia, tra cui personalità inclini alle avventure non solo commerciale e finanziario. E comunque, il mitico Orso Anche il Jap non fu battezzato, ma circonciso.

tempo

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: