Mummia bicentenaria di un monaco mongolo si è rivelato essere vivo

La mummia bicentenaria di un monaco mongolo si è rivelata vivafoto da fonti aperte

Due secoli fa, un monaco mongolo sedeva nella posizione del loto e è rimasto in questo stato fino ad ora, girando per tutto questo tempo di mummia secca. Potresti pensare che un buddista sia morto, tuttavia si è scoperto che questo non è del tutto vero.

Uno dei medici più professionali e rispettati del pianeta esaminò i presunti resti e riferì inaspettatamente che il monaco ancora vivo, anche se la sua mente ha lasciato il corpo, partendo per altri mondi.

Barry Kerzin, che non è solo un medico personale, ma anche un bravo amico del leader di tutti i buddisti del pianeta Dalai Lama, ha detto questo corpo secco scoperto nella provincia mongola di Songinhoirhan non può essere considerato un cadavere. Secondo uno specialista in medicina, il monaco si trova in uno stato meditativo profondo chiamato tukdam, e poiché la sua coscienza è viva, allora è vivo, si scopre, e lei stessa personalità.

Come risultato di una meditazione così lunga, i buddisti ci provano per raggiungere il più alto stato spirituale, avvicinandoli Buddha stesso. E più una persona medita in questo modo, più si avvicina al suo maestro spirituale e al leggendario fondatore del buddismo. Kerzina è convinta che la mummia possa far sedere altre centinaia anni, mentre la coscienza buddista sarà costantemente migliorata e comprendere i nuovi segreti dell’universo, fino a quando finalmente il monaco può confrontarsi con Buddha in termini di esperienza spirituale.

foto da fonti aperte

Anche la mummia è stata visitata da normali medici, lungi dall’essere la religione. Dopo una serie di esami e analisi, i colpiti I medici hanno ammesso che la struttura proteica del corpo ha sicuramente stato intravitale. Quindi, per molti medici La performance del monaco è davvero viva. Tuttavia, il corpo ha bassa temperatura e sua attività cardiaca n.

La Russia ha la sua mummia “vivente” di buddista

Negli ultimi cinquant’anni sono stati trovati paesi asiatici più di cento mummie simili sedute nella posizione del loto. Come sopra monaco, sono in uno stato tra la vita e la morte, che la medicina ufficiale non può spiegare. Alcuni monaci sono imprigionati in statue di metallo, apparentemente servendo a proteggerli. I buddisti riferiscono che da questo stato la gente non ritorna più nei loro corpi secchi, tuttavia, non possono essere portati sulla terra, da allora non è affatto morto.

foto da fonti aperte

Ricordiamo che in Russia esiste anche una persona simile. il Tra il 1911 e il 1917, Dashi-Dorjo Itigelov era un leader buddista. Siberia orientale. Nel giugno del 1927, smise di servire visibile segni di vita e fu posto nel sarcofago. Dopo quella bara ripetutamente aperto, tuttavia, il corpo dopo tutti gli anni è rimasto intatto. Non marcisce, non si decompone e sembra farlo non si secca nemmeno. L’ultima volta che i “resti” di Dasha-Dorjo hanno fatto il check-in Ottobre 2002, quando il sarcofago fu solennemente trasferito a Ivolginsky datsan. Gli scienziati russi hanno quindi prelevato campioni di tessuto Buddisti e furono costretti ad ammettere che corrispondono ai tessuti persona vivente.

È interessante notare che gli studiosi ortodossi non sono in grado di spiegare fenomeni simili, in questi casi preferiscono non solo taci e, in ogni modo, “schiaccia” la questione, rifiutando contribuire alla sensazione.

Life Mummies Russia Sarcofagi

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: