Agasfer è colui che ha colpito Cristo

Agasfer è colui che ha colpito CristoFoto da aperto fonti di

Aveva molti nomi: Bottadio, Cartafilus, Budedeo, Isaac Lakedem. Tuttavia, Agasfer si è affermata – con questo nome lo sappiamo un uomo che una volta colpì Cristo e fu punito per questo da Gesù vita eterna.

La leggenda di Agasphere

“Dolog e duro era la strada per il Calvario. Sudore e fluente da sotto una corona di spine di sangue gli colò sul viso. Una croce pesante gli premette sulle spalle. Intorno arrivarono i farisei, che urlavano insulti e gli sputavano addosso. Gesù si fermò in una casa e mise la mano sul muro. “Niente, niente! Vai dove sei andato! “- Il proprietario della casa ha spinto Cristo dal muro e sotto le risate di altri lo colpì alla schiena con un blocco di scarpe. “Bene, – chiuse le labbra incrostate di Cristo, – andrò, ma aspetterete del mio ritorno “.

foto da fonti aperte

E da allora il calzolaio di Gerusalemme ha vagato per il mondo, no né famiglia né casa. E ovunque è perseguitato da una storia di un pazzo, ha cacciato lo sfortunato da casa sua. E ovunque venga dappertutto chiede se qualcuno ha visto un uomo con la croce? Dopotutto, solo la seconda venuta di Cristo lo libererà dal fisico e tormento morale “.

Questa è la leggenda dell’eterno vagabondo Agasphere, noto da dai tempi antichi, anche se in nessun testo del Nuovo Testamento lo fai trovare riferimenti a lei. Questa tradizione orale sarebbe stata a lungo dimenticata, cancellato dalla memoria se di volta in volta in diverse parti d’Europa l’eterno vagabondo non apparve, l’Eterno ebreo Agasfer, che se ne andò Numerose prove della sua esistenza.

Punito dalla vita eterna

La prima menzione scritta di Agasphere che troviamo nel lavoro John Moshas “Leymonarion” (VI secolo d.C.). Tra l’altro in questo un libro di fiabe è la storia di un incontro di un monaco con un mendicante un etiope che affermava di essere quello che una volta colpiva Di Cristo.

Nel 1228, l’arcivescovo di Armenia, che era in Inghilterra, disse sull’incontro con un certo Giuseppe. Ha affermato di aver visto Cristo, parlò con lui e si allontanò da casa sua, per la quale fu punito vagabondaggi eterni. Joseph ha detto che al momento della sua aveva 30 anni e da allora non è morto. Ogni volta all’età di 100 anni, sperimenta un terribile tormento, che dura diversi giorni. Alla fine di nuovo lui diventa 30 anni. La storia del vescovo dell’Armenia è rimasta sulle pagine La grande cronaca di Matteo di Parigi (1230).

Nel 1242, quest’uomo apparve in Francia, nel 1505 a Boemia, ci sono prove che in seguito fu visto in arabo Oriente e nel 1547 Agasfer apparve ad Amburgo, dove con lui conobbe Pul von Aitzen, che in seguito divenne medico teologia del vescovo di Schleswig e aver lasciato ricordi di riunione.

Da Paul von Aitzen’s Records

“Una volta durante un sermone, ho notato un alto un uomo in una tunica fatiscente e con i capelli lunghi. Sembrava 50 anni Dopo il sermone, sono andato da lui e gli ho chiesto chi fosse e da dove. Lo straniero si presentò come ebreo da Gerusalemme, quindi che non ha lasciato che Gesù riposasse vicino a casa sua mentre camminava penalità. Agasfer disse di aver seguito Cristo e di aver visto la morte Il figlio di Dio Nel corso dei secoli di vagabondaggio infelice per la rabbia, la disperazione e l’amarezza continuarono a rendersi conto della sua colpa.

foto da fonti aperte

Ora sta aspettando la seconda venuta del salvatore nella speranza che lui perdonalo, perché ha commesso il suo peccato per ignoranza. Poi Agasfer, come molti suoi compagni di tribù, considerava Cristo un falso profeta, degno esecuzioni e una terribile sentenza considerata giusta.

Ho cercato di informarmi su quest’uomo e ho scoperto che lui si comporta in modo modesto, moderato in cibi e bevande, non ride mai, poco dice che non ha alcuna proprietà, mantiene i regali dalle offerte un po ‘e tutto il resto è distribuito ai poveri “.

Errori successivi di Agasfera

Con l’avvento della tipografia delle prove dell’eterno vagabondo è diventato molto di più. Durante i secoli XVI-XVII, Agasfer fu notato in Madrid, Vienna, Lubecca, Parigi, Amburgo, Bruxelles, Lipsia. Con lui Parlavano cronisti, burgomaster, legati papali, vescovi lasciando delle note a riguardo. Nel 1658 finì in Inghilterra, dove Professori di Oxford, cercando di esporlo come un truffatore, messo in scena un vagabondo una specie di esame. Agasfer, per molti anni che ha girato tutta la terra, li ha sconfitti con la sua conoscenza nel più antico storia, geografia e capacità di comunicare liberamente lingue conosciute dai professori.

Nel diciannovesimo secolo, Agasfer “visitò” principalmente gli scandinavi penisola – la maggior parte dei rapporti di incontri con lui in Danimarca e Svezia. Tutti i testimoni hanno descritto Agasfera come alta e uomo chino con i capelli lunghi in stracci o ben consunto vestiti, ha notato la sua conoscenza di molte lingue e assoluta indifferenza beni terreni.

Ma nel 20 ° secolo, Agasfer è scomparso. O le persone sono diventate insensibili e cessò di interessarsi al vagabondo a brandelli, o lui stesso questo Non volevo, perché è noto che Agasfer non ha mai parlato prima, ma ha risposto solo alle domande. È possibile che l’eterno vagabondo non lo sia è scomparso, e vaga ancora da qualche parte vicino ai sogni e difficile in cerca di un uomo che porta una croce.

Postato da Klim Podkova

Tempo di vita

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: