Uno scolaro, senza uscire di casa, lo scoprì Mayan Lost City

Uno scolaro, senza uscire di casa, ha scoperto la città Maya perdutafoto da fonti aperte

William Gadory di quindici anni residente in una città canadese Saint-Jean-de-Mate, dal 2012 studia civiltà mesoamericana Maya, noto per il suo astronomico e matematico ricerca, architettura unica, scrittura e art. Secondo lo studente, soprattutto nella vita dei suoi indiani è sorprendente che tutta la loro vita e credenze fossero dovute alle stelle e spazio.

Il giovane canadese si è ripetutamente chiesto perché Maya lo faccia raramente costruire città nei luoghi più favorevoli alla vita, per esempio, vicino all’acqua dolce. Rappresentanti invece antica civiltà, di regola, per qualche motivo costruita punti sulle pendici delle montagne e nella giungla inaccessibile. L’anno scorso Gadory ha avuto un’idea: cosa succederebbe se gli indiani scegliessero un posto la costruzione delle loro città secondo la situazione nel cielo Stelle?

foto da fonti aperte

L’errore di Maya o studiosi moderni?

Per testare la sua teoria, William fece la sua mappa. tutti gli insediamenti Maya sul pianeta e confrontati con una mappa di costellazioni. su ci è voluto quasi un anno per un adolescente. Lo scolaro ha imposto un centinaio diciassette antiche città sullo schema di ventitré costellazioni. Si è scoperto che aveva ragione: le città indiane sono chiaramente ubicate sotto le stelle più luminose nel cielo! Tuttavia, il canadese affrontato il mese scorso con un piccolo intoppo. Sotto uno di grandi luminari a cui il popolo Maya semplicemente non poteva dare dovuta importanza, nessuna città, secondo il funzionario non c’erano informazioni. È così avanzato per i suoi tempi la civiltà ha commesso un errore o non ha avuto il tempo di finirla grandioso progetto per il culto delle forze cosmiche?

Gadory ha scoperto le mappe satellitari di Google e ha trovato un posto su di esse, dov’era la prossima città indiana perduta. La risoluzione delle immagini del deserto si è rivelata estremamente bassa, tuttavia, lo studente notò ancora nella fitta giungla della Central L’America è una specie di piazza. Ovviamente impegnarsi lì l’adolescente non poteva viaggiare. Senza pensarci due volte, si rivolse a aiutare l’agenzia spaziale canadese e gli esperti sono gentilmente ha fornito al giovane connazionale fotografie di suo interesse terreno realizzato da satelliti americani e giapponesi. qualit� le immagini si sono rivelate significativamente più alte rispetto a mappe pubbliche di Google, e William l’ha immediatamente visto la foresta impenetrabile è un insediamento sconosciuto Maya.

City of Fire Maw

Più tardi gli esperti messicani fecero un volo lì per elicottero. Si è scoperto che nella giungla si nascondeva uno dei più grandi Città dei nativi americani con oltre tre dozzine di edifici, tra cui Quattro piramidi uniche. Minore scopritore di Gadory fu onorato di dare un nome alla ricerca e Gadory chiamò l’antico Insediamento di K’aak Chi, che viene tradotto in russo come “infuocato caduta “.

foto da fonti aperte

Quindi un normale studente canadese, senza uscire di casa, fatto una scoperta significativa di cui non tutti erano capaci scienziati del pianeta. Secondo l’adolescente, era immensamente felice di farlo un contributo possibile al campo scientifico che lo interessa così tanto.

Civiltà Maya delle piramidi di vita

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: