Da dove vengono i robot nell’antica Grecia?

Da dove vengono i robot nell'antica Grecia?Foto da aperto fonti di

Molti di noi considerano i robot almeno XX. secolo. In effetti, è stato nel secolo scorso che sono diventati permanenti personaggi di romanzi di fantascienza e persone sono abituati al pensiero di presto l’aspetto di massa di creature artificiali. Ma per quanto riguarda l’aspetto dei primi robot, quindi forse è necessaria la barra del loro compleanno spingere in profondità nel passato?

Schiavo perfetto

Anche nell’antica Grecia, la gente sognava schiavi artificiali. Lo sei immagina come sia conveniente uno schiavo del genere: sempre implicitamente obbedisce, non dice troppe parole al padrone, non si lamenta vita, non richiede migliori condizioni di lavoro, salari più alti, non ha bisogno di un pacchetto sociale e non sogna di attaccare segretamente un coltello al proprietario tra le costole.

E per creare un robot da battaglia, un invulnerabile assassino a freddo, di cui uno solo “Tornerò” terrorizzerebbe i nemici – lo era solo l’ultimo sogno. Il mito di Talos in ottone enorme.

Talos di rame del guardiano di Creta

Zeus è nato e cresciuto a Creta. Amando l’isola, l’ha regalata agli abitanti del protettore – un enorme gigante di rame. Talos incessantemente pattugliava lungo la costa tre volte al giorno aggirando Creta, una dal suo aspetto spaventando gli ospiti indesiderati. Se quale nave per qualche motivo sconosciuto, è stato ritardato durante il raid (dicono i passeggeri hanno deciso fare un paio di selfie sullo sfondo del gigante), Talos si staccò dal più vicino le scogliere sono una piccola fetta e la lanciano contro la nave. Ate non ha colpito allora i curiosi furono fortunati, ma se avessero …

Ma una volta Argonauti con oro rubato navigarono oltre Creta Fleece. Sulla montagna di Talos, Medea era nella squadra di avventurieri greci. Non c’è da stupirsi che sia chiamata strega nel mito degli Argonauti. Al di là di tutto dubito che la ragazza possedesse le conoscenze e le abilità che gli estranei sembrava stregoneria.

Disse a Jason “andrà tutto bene!”, E poi lascia andare il sogno del gigante. Gli Argonauti si insinuano su Talos su richiesta di Medea tirò fuori dal tallone un chiodo che bloccava il sistema circolatorio, il tutto il sangue scorreva fuori dal gigante, morì.

Nel linguaggio moderno, sembra così: Medea è stata introdotta nel programma il virus causò un malfunzionamento e gli Argonauti si prosciugarono rapidamente fluido del sistema meccanico-idraulico. Se i cretesi non avessero una riserva di sangue divino o istruzioni per riempiendo il sistema idraulico di fluido, quindi il “cadavere” del gigante potrebbe quindi essere portato in rottami.

Ingegnere progettista Efesto

Talos fu la creazione del dio del fuoco Efesto. Zeus, sebbene fosse un dio, Non sono riuscito a realizzare tali dispositivi. Pioggia, temporale, pestilenza sulle persone lasciarlo entrare è il benvenuto, ma per creare un meccanismo funzionante – qui un potere divino non è abbastanza, devi ancora essere in grado di fare qualcosa con le tue mani da fare.

Per fare questo, Zeus era nell’ingegnere progettista del seguito Hephaestus. cioè era impegnato nella fabbricazione di tali piccole cose, dando il capo approvazione dei disegni finiti e ha approvato solo il progetto.

Efesto robot

Oltre a Talos, Efesto costruiva robot per servire le feste degli dei. Su richiesta del Tuono, Efesto ne forgiò diverse dozzine servi artificiali sotto forma di treppiedi semoventi che viaggiano tra i tavoli su piccole ruote. Erano obbedienti non solo ordine verbale, ma anche mentale. (A proposito di tali robot controllati da pensato, gli ingegneri moderni possono solo sognare.)

Sembrerebbe, beh, perché sono di Zeus? Perché non poteva prendersi come servi mortali o alcune ninfe? Ma se immagina che questo dettaglio della vita degli dei sia stato spiato, tutto diventa facile da spiegare. Porta con te in viaggio per una nave dove ogni metro quadrato è costoso vedi area e ogni kg. carico anche personale di servizio … sai, molto costoso.

L’ingegnere di talento e lui stesso non hanno dimenticato. Per consumo personale Efesto forgiò due ragazze dorate che sostenevano lo zoppo Dio mentre cammina, lo intrattiene cantando e ballando, che possedeva tutti i tipi di “conoscenza femminile”.

Anche questo è abbastanza logico. Invia un lungo viaggio squadra e non pensare a come i suoi membri risolveranno i problemi la solitudine è molto, molto crudele.

Ci sono solo miti?

Smith Efesto e le sue creazioni artificiali oggi chiaramente trattati come miti. Ma guardandoli agli occhi di un uomo del 21 ° secolo, sorprendi a pensare che le storie della creazione del fabbro siano molto assomigliano alle descrizioni di prodotti tecnici reali. Quindi forse loro erano davvero così?

Postato da Klim Podkova

robot

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: