Cometa 67P / Churyumova-Gerasimenko: avanzando momento della verit�

Cometa 67P / Churyumova-Gerasimenko: il momento della verità sta arrivandofoto da fonti aperte

In precedenza, l’11 novembre, INTERFAX-AVN ha riferito che il russo La ricercatrice Evgeny Dmitriev secondo i risultati di molti anni gli studi sui meteoriti delle comete hanno concluso che sono caduti comete di origine eruttiva. Tutto questo ha permesso lui per designare una nuova direzione nella scienza chiamata cometary Meteoritika. Ecco i suoi punti principali. 1. Le comete non lo sono i resti di una nuvola protoplanetaria e non contengono un relitto sostanza del sistema solare, ma sono frammenti della crosta nuclei di pietra di pianeti giganti espulsi dalle loro viscere da eruttivi un processo di natura sconosciuta. 2. Esplorando la materia cometaria, noi Studiamo le rocce della crosta di corpi celesti eruttanti di comete. 3. La sostanza la componente refrattaria dei nuclei cometari è in gran parte differenziato, ha una composizione complessa simile a quella della terra crosta. 4. Le tektiti sono fulguriti di comete formate in il corpo del nucleo cometario dai fulmini nel processo di espulsione delle comete da viscere di corpi celesti che vomitano comete. 5. L’aspetto dei campi di scattering le tektiti sulla Terra si sono verificate a seguito di esplosioni atmosferiche frammenti di nuclei cometari, come l’esplosione del meteorite Tunguska. 6. In alcuni meteoriti ad alto contenuto di comete alcaline i metalli hanno osservato resti scheletrici di primitivo extraterrestre animali marini simili nella morfologia alle spugne di spugna, coralli, i radiolari suggeriscono che su i corpi in eruzione di comete precedentemente avevano (sono) mari d’acqua, saturo di sali in cui marino primitivo animali. 7. Le comete portano costantemente la vita sulla Terra e lo sono i principali distributori di vita nell’universo. 8. Nuclei delle comete, sia attivi che estinti, travestiti da asteroidi, lo sono i principali colpevoli di catastrofi spaziali della Terra. Ora da una posizione la meteorica delle comete può provare a spiegarne alcune dati ottenuti dalle sonde spaziali Rosetta e Fila. 1. Quindi com’è breve la cometa Churyumov-Gerasimenko La cometa di Giove, deve la sua origine a Giove. 2.La cometa è un frammento della crosta del nucleo di pietra del pianeta Giove. La cometa non poteva avere una forma e un paesaggio così insoliti ricevere durante l’accumulo di materia dal disco protoplanetario, poiché in questo caso l’accumulo di massa è caotico e i corpi formati dovrebbero avere una forma arrotondata. 3. Immagini la superficie della cometa ricorda in qualche modo i paesaggi terrestri: visibile piccole aree pianeggianti, curve e collinari, rocce, fossati, scogliere, massi, rocce sedimentarie sono chiaramente visibili. Ecco anche un’opinione per questo motivo K. Churyumova: “Questo è un paesaggio montano molto bello. Lui mi ricorda alcuni posti nei Carpazi. Forse caucasico montagne o Monti Rodopi. In breve, una bellissima catena montuosa terrestre, ma non alta. Qui, e valli e crateri e numerosi a forma di cono le cime sono alte cento metri, come aghi. Non si sa come formato, ma assomiglia a ghiaccioli. Sulla Terra, lo vedrai molto raramente, solo da qualche parte nelle grotte. “Così, l’aspetto la cometa si correla bene con un frammento della corteccia strappato dalle viscere Giove. Apparentemente, tali paesaggi sono onnipresenti sulla superficie della pietra il nucleo del pianeta. È possibile che qui ci siano volte di grotte con stalattiti o con macchie irrigidite di materia fusa. 4.La bassa densità della cometa è di circa 470 kg per metro cubo, indica per la presenza nel suo corpo di molti vuoti, la cui origine può essere spiegare il potente degasaggio dei componenti volatili dal frammento crosta durante la sua espulsione dagli strati caldi e profondi dell’atmosfera. In senso figurato, la cometa 67P è un grande poro un enorme pezzo di scorie con inclusioni di detriti di varie rocce. 5.La composizione dei gas “profumati” emessi dalla cometa viene assorbita rocce comete e ghiaccio, molto probabilmente mostra velenosi l’atmosfera degli strati profondi di Giove. 6. Ci sono buone ragioni. credere che i tipi di rocce che compongono il nucleo cometario siano stati a lungo noto, la loro composizione si trova nella classificazione meteoriti di comete 7. I lati di alcune rocce sono oscuri oggetti rotondi che H. Sierks, planetologo dell’istituto Max Planck, chiamato “uova di dinosauro”. Loro, secondo lo scienziato, può rappresentare alcuni grandi ciottoli formati a causa di attaccare di materiale cometario. Tuttavia, secondo la 4a posizione meteoriti delle comete, sono molto probabilmente tektiti, formato da un fulmine quando viene lanciata una cometa. Pertanto, il la superficie della cometa dovrebbe anche cercare la kira – linfa tektitica formazione di fusione di tektite che incornicia l’ingresso condotti parafulmine. 8. Se gli scienziati europei avessero familiarit� con i meteoriti delle comete, è improbabile che ci siano stati problemi con l’atterraggio sulla superficie della cometa della sonda “phyla” e difficoltà incontrate in perforazione del terreno. Il fatto è che molti meteoriti di comete hanno ad alta resistenza, non sono solo difficili da rompere con un martello, ma anche tagliato con un “macinino”. Apparentemente di queste razze, il selezionato per piantare e perforare il terreno sotto un piccolo strato polvere cometaria. Se la sonda “fila” non si sveglia, allora non è una tragedia speciale succede perché esiste già una collezione piuttosto ampia meteoriti di comete studiati primariamente. Per studiare lo stesso la quantità di materia cometaria che utilizza veicoli spaziali ci vorranno diversi decenni e molti miliardi di dollari Per molti anni, l’autore ha cercato di interessare gli scienziati delle comete meteoriti, ma nessuna attenzione è stata prestata al suo lavoro, e ora arriva il momento della verità. Ora ne ha due soci straordinari: il veicolo spaziale e la sonda Rosetta “Filas”, e lo spera grazie alla loro imparzialit� la ricerca e la meteorologia delle comete saranno finalmente in grado di seppellire ipotesi sull’origine relitta delle comete e praticamente rivivere ipotesi eruttiva dimenticata. Nel frattempo, inutili tentativi intrapreso da ricercatori europei, spremere i risultati studi della cometa 67 / P nel letto procustreo dell’ipotesi della reliquia sembra molto poco convincente. Non si sa quanto ci vorrà del tempo perché gli scienziati realizzino ciò che vedono di fronte a se stessi non una cometa relitta, ma un frammento della crosta del nucleo di pietra del pianeta Giove. Autore: Evgeny Dmitriev

La vita di Giove

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: